Moncler Baby Girl Jackets

Sarà anche l’euforia del momento una decina di società sarebbero pronte per la quotazione ma i sottostanti che mobilitano la finanza sono evidenti. Sarebbe interessante anche interrogarsi sulle ragioni industriali per cui il lusso italiano sembra sopravvivere in Italia il manifesto di lancio di Moncler era “survive fashion” mentre regna all’estero. Perché il dubbio che i capitali della moda e del lusso ogni tanto vadano all’estero c’è, ma c’è anche la certezza che dall’estero provengano, non solo perché i fondi sovrani facciano buona pesca in Italia, ma perché un mercato che vale oltre 200 miliardi abbondanti conti ormai ricavi in renminbi, yen e dollari.

Il gruppo del Biscione ha terminato il primo trimestre del 2016 con un utile delle attivit in continuit per 38,6 milioni di euro rispetto alla perdita di 0,1 milioni di euro registrata nei primi tre mesi dello scorso anno. Il risultato netto negativo per 18 milioni di euro rispetto all di 0,6 milioni euro conseguiti nello stesso periodo del 2015; sul dato ha inciso negativamente il risultato netto delle attivit discontinue pari a 56,6 milioni. Mediaset ha segnalato che al termine dei primi quattro mesi del 2016 l’andamento della raccolta pubblicitaria in Italia ha fatto registrare un aumento del 4,7% che rafforza e consolida il trend di crescita registrato nei primi tre mesi.

Bisogna dare senso alle parole in un contesto diverso. Occorre rivedere le logiche. Parlare di amicizia come la intendiamo noi nell’era di Facebook non ha senso, così come è diverso il significato di condivisione. Temperature in calo, freddo in arrivo: è il momento dei piumini! Tendenza timeless di ogni autunno inverno in questa stagione hanno sfilato in passerella secondo diverse declinazioni e concezioni d’uso! E se sul catwalk di Moncler Gamme Rouge, tra donne delle nevi e scalatrici alpine, il nostro focus è tutto sul piumino in versione cappa cocoon con inserto in lana check, i morbidi antidoti di stile al freddo targati AI 2013 14 soddisfano anche gusti diversi e nuove ispirazioni. Ci sono i parka in versione deluxe, come quelli visti da Etro o da Rag Bone, i giubbotti quilted effect come quelli di Belstaff dal mood urbano e grintoso, i piumini “peso piuma” con dettagli in chiave kimono di Blugirl, i micro bomber sporty animalier di Clements Ribeiro fino alla versione più avant garde e concettuale di Sacai che fonde il concept di giubbotto trapuntato con quello di blazer con baschina per un risultato decisamente cool, ricercato e originale. Sfogliate la nostra gallery e cominciate a stilare la vostra duvet wishlist!.

- No Comments on this Post -

Lascia un commento