Moncler Boutique Lyon

Potranno essere, almeno da queste parti, la generazione perduta. Ma se si guarda ai super ricchi nel mondo, i Millennials, ossia la generazione nata a partire dagli anni Ottanta, sono dei consumatori di lusso formidabili. Pesano come numero per il 50% degli utenti e come spesa per quasi il 40 per cento.

La fine delle sanzioni in Iran, che aumenterà così le sue esportazioni in un mercato già inondato dalla sovrapproduzione, assesta un nuovo colpo alle quotazioni del petrolio. Il Brent scende, per la prima volta dal novembre 2003, sotto i 28 dollari al barile cedendo il 4,4% a 27,67 dollari. Male anche il Wti del Texas che perde il 3,6% a 28,36 dollari..

La Merkel è diventata l’alibi. Se si mettono a posto i conti lo si fa non per l’Europa, ma per un principio di dignità per i nostri figli. Io voglio che i miei figli stiano meglio: il futuro si è rimpicciolito, è diventato una minaccia.. Un consulente qualificato effettivamente ha riconosciuto che si trattava di una sorta di di qualit e le Fiamme Gialle sono poi risalite al centro logistico nel quale era stoccata la merce (tutta acquistata all principalmente Turchia e Spagna). Le indagini si sono concluse con la denuncia del principale responsabile (italiano), il sequestro di oltre 25 mila prodotti contraffatti e la ricostruzione di una frode stimata 1,5 milioni di euro nei confronti dei titolari dei brand e degli acquirenti. [O.

Proseguita la corsa di Fiat Chrysler (+1,53% a 7,96 euro), dopo il rally registrato nelle ultime due sedute. Il numero uno del gruppo, Sergio Marchionne, ha ribadito che al momento non c la necessit di rivedere le stime relative all 2014. Ieri la societ ha comunicato che Luca Cordero di Montezemolo, a seguito delle dimissioni dalla presidenza di Ferrari, percepir l di fine mandato, per un totale di 13,71 milioni, pagabile nell di vent Inoltre, a fronte anche dell di Montezemolo di non svolgere attivit in concorrenza con il gruppo, saranno corrisposti all’ex presidente di Ferrari altri 13,25 milioni di euro.

9.45 MILANO POSITIVA CON EUROPA (+0,5%). Piazza Affari nelle prime battute conferma l’avvio leggermente positivo in linea con le altre Borse europee: l’indice Ftse Mib sale dello 0,5% sostenuto da Salvatore Ferragamo che prosegue nel suo boom (+4%), seguito da Tod’s (+3%), Moncler (+2,5%), Mediaset (+2,4%) e Finmeccanica (+2,3%). Bene anche Fca (+2%) mentre Eni è piatta e Telecom cede mezzo punto percentuale.

Un accesso unico al backstage della creatività. Quella di 13 maison di alta moda e dei Laboratori del Teatro alla Scala che creano la magia che salirà in passerella e sul palcoscenico. Benvenuti ad Apritimoda,il primo weekend (21 e 22 ottobre) a porte aperte per moltissimi indirizzi di culto milanesi.

- No Comments on this Post -

Lascia un commento