Moncler Jacka Dam Svart

Sessant dopo l si ripete: Italia e Pakistan sono di nuovo insieme, con Moncler, sul K2. Oggi, come nel 1954, Moncler ha fornito l tecnico al team della spedizione 60 Years Later che dopo 60 anni ha celebrato, alla fine di Luglio 2014, la conquista Italiana del K2. Ai capi indossati dagli scalatori, firmati Moncler Grenoble, si ispira la collezione Moncler Lionel Terray, attualmente in vendita nelle boutique monomarca: sei giacche ad alto tasso di protezione e con un austera ispirata dalla funzionalità.

D pure uno stilista d come il belga Raf Simons, maniacale nella ricerca dei tagli e della costruzione, quando sceglie di vestire i suoi modelli in innovativi abiti grigi preferisce sneakers quasi anonime, color testa di moro. Ieri Firenze ha applaudito la sua sfilata e poi la sua mostra e poi il suo libro su dieci anni di attività. Gongolava Patrizio Bertelli, patron di Prada, che lo ha voluto per disegnare la linea Jil Sander, debutto previsto, e atteso, alle sfilate donne del prossimo settembre a Milano..

Un déjà vu che alcuni operatori spiegano con la crisi del quinto anno. I fondi di private equity hanno una ‘vita’ decennale: prima raccolgono soldi dagli investitori, poi hanno cinque anni di tempo per investirli, rilevando aziende, e infine hanno altri cinque anni per disinvestirli rivendendo le società a prezzi più elevati. Tra il 2006 e il 2007 sono state racimolate enormi quantità di denaro, ma poi i fondi non sono riusciti a usarle a causa della crisi.

A pesare sul greggio sono i rinnovati timori sul rallentamento della crescita cinese e le preoccupazioni su un eccesso di offerta, che potra aumentare quando il petrolio iraniano arrivera sul mercato. Anche il Brent si attesta in ribasso ai minimi dal 2004, attorno a 33 dollari al barile. L degli azionisti di Enel ha approvato con il voto favorevole del 99,57% del capitale presente il progetto di scissione parziale non proporzionale della controllata delle rinnovabili del gruppo Enel in favore della capogruppo.

Strani, ma unici, gli abiti di Angelo Galasso mentre da Philipp Plein rock a tutto spiano. Prima dell del negozio, la sua sfilata unica a bordo piscina: molto glam. A “salvare” il tutto Giorgio Armani che, sfilando l giorno, riesce a trattenere i compratori e i giornalisti in citt Respiro internazionale da Stella McCarney che all Botanico ha creato un frenetico mix: (l inguardabile) Steven Tyler, la designer Patricia Urquiola, Michelangelo Pistoletto e la sempre presente Margaret Mad Successo per il “muro delle bambole” contro il femminicidio, iniziativa ideata dall Jo Squillo: presente la cantante Giusi Ferreri che, su un giornale, stata definita stilista.

- No Comments on this Post -

Lascia un commento